ESSERE UN'AGENZIA

A ognuno il suo… MESTIERE. Comunicare è arte ma anche studio e formazione. Breve escursus semplicistico su cos’è veramente un VIDEO PROFESSIONALE.

video professionale differenze - cb videocomunicazione produzione video

Forse quando si dice “creare leve di vendita enfatizzando i punti di forza del prodotto” non ci si riferisce proprio a questo. Ma nel video di Subito.it certamente abbiamo un esempio lampante di quanto la comunicazione possa essere geniale, con ironia. Non è facile trovare questo genere di spunti, che sono anche alla base della creazione dei video VIRALI più cliccati. E non è neanche facile realizzarli, perché la loro poca durata (che non lascia spazio a distrazioni) impone una conoscenza tecnica che solo chi è “tecnico” può comprendere. Deve essere non solo una buona idea, ma anche un video PROFESSIONALE.

Comunicare BENE con un video non è un fatto che può essere affidato al caso…

COMUNICARE RAPIDAMENTE è un argomento molto ben trattato nello studio delle scienze delle immagini e della video comunicazione. Affiancato persino dalle scienze neurologiche. Oggi nulla può essere affidato al caso del “gusto personale” di un amatore, o di qualcuno che si improvvisa senza conoscenze profondamente tecniche.

Essere bravi a fare video di matrimoni, ad esempio, non significa necessariamente essere esperti di video marketing e comunicazione.

Esattamente come chi è esperto di video comunicazione non sarà necessariamente in grado di fare un video ricordo di matrimonio TRADIZIONALE. Ognuno ha il suo mercato. Se non si invade il mercato altrui, nessuno fa concorrenza sleale e ognuno potrebbe fare al meglio quello che sa fare davvero bene. In questo modo non solo migliorerebbero gli investimenti di chi spende in comunicazione, ma migliorerebbe il livello generale della video comunicazione in circolazione. Noi i video per i matrimoni non li facciamo, a meno che non ci si proponga un’idea diversa da quella tradizionale. Ci piace creare mini film o video reportage di eventi privati,  ma anche distinguere il nostro mercato da altri settori, erroneamente considerati affini al nostro.

Oggi più che mai ogni elemento, anche se appare semplice e scontato, in realtà non lo è.

Tutto ha una sua funzione ben precisa, ogni cosa deve essere fatta “come da manuale” per ottenere il risultato massimo possibile.  E’ terribile quando al montaggio mancano le inquadrature necessarie a creare una determinata scena, ad esempio, perché non sono state girate quelle giuste durante il periodo di riprese. Soprattutto se devi comporre una scena d’azione o nella quale ci sono molti elementi da evidenziare.

E’ impossibile (a meno che non te la fai comporre) trovare una musica esattamente della durata del video che devi produrre. Chi fa editing video in maniera professionale come noi, ne sa anche di editing musicale, generi, stili, e magari è anche appassionato di musica quanto di cinema.

Ma poi anche l’audio in generale, la sincronizzazione, gli audio che a volte sei costretto a fare in presa diretta perché sono troppo particolari… Le registrazioni in studio, la scelta dello speaker… La correzione del colore, poi, avete idea di quanto tempo prenda? Anche qui infinite possibilità di personalizzazione e di errore. Dalle nostre parti non basta premere il pulsante dove è scritto “automatico” perché non ci fidiamo, e il nostro lavoro è artigianale anche per questo.

Il montaggio delle immagini, poi, un’altro argomento infinito. Conoscere le transizioni, i metodi di aggancio tra una cosa e l’altra, selezionarne il tipo e la durata delle clip. Ore e ore, giornate, nottate a visionare altrettante ore di girato dei nostri clienti quando non siamo noi a fare le immagini. Perché capita di lavorare con dei professionisti, ma anche con clienti che ci forniscono immagini girate da terze persone amiche di amici. “Aspiranti professionisti” che magari hanno fatto 3 4 giorni di riprese senza mai fare una pausa tra una clip e l’altra. Che poi costa di più pagare all’agenzia le ore di visualizzazione del girato per la selezione delle clip migliori, che farsi girare delle nuove immagini nella metà del tempo.

Non si può creare un testo senza avere competenze nelle tecniche di scrittura. I corsi di copywriting e sceneggiatura esistono, chi non li fa è perché non ha ritenuto già di suo di dover investire in questo. Avrà investito in altro. Facesse altro. Per non parlare poi delle grafiche, degli effetti speciali o delle animazioni. Lo sai che chi fa queste cose di mestiere ha nel suo pc programmi da migliaia di euro con attrezzature professionali?

C’è un corso di Laurea in Direzione della Fotografia e ne esistono anche in Regia e per tutto il resto. Avrà un senso questa cosa. Università costosissime pagate da famiglie che hanno avuto l’apertura mentale di investire su un progetto di tipo artistico, ma che comunque è faticoso. Master all’estero al minimo del rimborso spese, stage gratuiti e a pagamento, corsi di ogni cosa possibile  per poi finire a lavorare da Mediaworld. Eh già, perché ci duole constatare che è più o meno quello che è successo a tantissimi dei nostri compagni di corso dei tempi dell’Università. E’ un vero peccato. Risorse sprecate. E questo solo perché non esiste controllo in un settore in cui, per definirti regista, basta essere stato qualche volta su un set come comparsa.

Scusate la polemica ma abbiamo un blog anche per dire la nostra. Una polemica annosa, lo sappiamo, molto attuale in questi giorni per il fatto che ultimamente stiamo ricevendo molti input dall’estero, come agenzia di produzione video. Alcuni dei nostri contatti ci vorrebbero “in loco” per dimostrarci che fuori dall’Italia il nostro lavoro schizzerebbe alle stelle, per quanto lo facciamo bene. Ma noi, benché abbiamo deciso di lasciare quelle porte comunque aperte, non ci arrendiamo perché siamo certi che quel piccolo universo  che fino ad oggi abbiamo già creato intorno a noi continuerà a crescere. E noi insieme a lui. E insieme a noi i nostri figli, che di certo non vogliamo perdano la loro italianità ma speriamo si appassionino quanto noi alla nostra arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *